Up work

Up work

Upwork è stata costituita 18 mesi dopo che Elance e oDesk hanno annunciato la loro fusione in data 18 dicembre 2013 per creare Elance-oDesk, un ambiente di lavoro on-line con un totale di 8 milioni di utenti registrati. Upwork consente ai clienti di intervistare, assumere e lavorare con i liberi professionisti e le agenzie attraverso la piattaforma. Essa è dotata anche di una chat in tempo reale al fine di stabilire contatti immediati.

A partire da giugno 2016, Upwork riporta $ 1B di fatturato annui, 12 milioni di liberi professionisti iscritti e 5 milioni di clienti in tutto il mondo. UpWork permette lavori su app e lo sviluppo di software, ingegneria e scienza dei dati, servizi creativi come la progettazione grafica e la scrittura, le imprese e lavori di carattere amministrativo, ecc. Questa rapida rassegna delle piattaforme di outsourcing, pone in evidenzia che oggi il panorama delle possibilità lavorative offerte dalla rete è notevolmente ampio e variegato e che gli ambiti in cui è possibile trovare opportunità sono in costante evoluzione. Non bisogna, però, dimenticare che per riuscire a districarsi nel fitto mondo del lavoro da remoto è importante possedere competenze di taglio tecnico-specifico, ma anche e soprattutto dimestichezza con la rete Internet e con i principali tool per il remote working, nonché con almeno una lingua straniera (l’inglese, in particolare). E infine, intraprendenza, flessibilità e creatività diventano caratteristiche sempre più importanti e necessarie per trovare la propria strada e realizzarsi nel mondo del remote working.